Il picco delle materie prime

Il petrolio si è formato nel passato, la maggior parte della produzione attuale proviene da due sole epoche 90 e 150 milioni di anni fa. Ne consegue che si tratta di risorse naturali finite soggette ad esaurimento. L’estrazione inizia dopo la scoperta del giacimento e termina quando non è più economicamente conveniente. Il picco del petrolio è il momento in cui l'estrazione del petrolio raggiunge il suo massimo e da quel momento inizia a diminuire permanentemente.

Il petrolio è noto fin dall'antichità, ma il primo pozzo fu perforato il 27 agosto 1859 a Titusville in Pennsylvania (US). In quegli anni era già in corso la rivoluzione industriale, ma il combustibile principale era il carbone.

L’introduzione del petrolio ha generato energia a buon mercato portando alla rapida espansione dell'industria, dei trasporti, del commercio e dell'agricoltura. Arrivò il benessere e la popolazione iniziò a crescere in modo esponenziale.

Il fattore limitante non sarà la presenza della risorsa, ma a possibilità di estrarlo in modo economico. I futuri giacimenti saranno quelli con più difficile accesso.

M. A King Hubbert, introdusse nel 1956, la teoria del picco dell'estrazione statunitense di petrolio stimandolo tra il 1965 e il 1971. La sua previsione è stata rivista più volte, ed ancora oggi ci sono diverse date per il picco, la più lontana è per il 2060.

Il concetto di picco di estrazione delle materie prime equivale al picco del petrolio.

Le compagnie minerarie cercano di espandere le operazioni per accedere ad aree più grandi e di più facile accesso. La loro espansione trova ostacoli negli agricoltori, nella popolazione che abita nelle zone limitrofe alle future aree minerarie, nelle associazioni ed enti che si occupano di preservare l’ambiente.

Capite che quando si parla di consumo di risorse, si deve associare il fatto che sono una quantità finita, e più velocemente le utilizziamo e prima finiranno.

Il riciclo delle materie prime diventa fondamentale. Si deve partire dalla progettazione dei prodotti, per facilitarne la differenziazione fino alla richiesta di mercato determinata dai nostri acquisti.

Condividi

Commenta per primo

Rispondi

Iscriviti al blog

Lascia la tua mail per iscriverti al blog e ti avviserò per ogni nuovo post

SENSEARTH è di Omar Livoni
fatto da kappesante nel 2021
menu-circlecross-circle linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram