Stato della qualità dell’aria in Europa

Nel 2020, dopo l'inizio della pandemia di COVID-19, la maggior parte dei paesi europei ha implementato misure di blocco per fermare o ridurre al minimo la diffusione della malattia. Tali misure hanno portato a una riduzione dell'attività nei settori dei trasporti e industriale, che a sua volta ha portato a una riduzione delle emissioni di inquinanti atmosferici. Mentre il livello della produzione agricola è rimasto più o meno stabile. Le emissioni del riscaldamento domestico sono leggermente aumentate poiché le persone sono rimaste a casa. L'effetto complessivo sulle concentrazioni varia a seconda dell'inquinante, ed è stato in generale una tendenza al ribasso.

Durante il primo lockdown di aprile 2020, le concentrazioni di NO2 monitorate nelle stazioni di traffico sono diminuite fino al 70%

Nonostante queste riduzioni e il continuo miglioramento generale della qualità dell'aria, l'inquinamento dell'aria è ancora una delle principali preoccupazioni per la salute degli europei.

Nell'ambito del Piano d'azione per l'inquinamento zero del Green Deal Europeo, la Commissione europea ha fissato l'obiettivo per il 2030 di ridurre il numero di morti premature causate dal particolato fine (PM2,5), di almeno il 55% rispetto ai livelli del 2005. L'obiettivo è di allineare maggiormente gli standard di qualità dell'aria alle raccomandazioni dell'OMS. Sono previsti requisiti più severi per contrastare l'inquinamento atmosferico alla fonte, come l'inquinamento da agricoltura, industria, trasporti, edifici e approvvigionamento energetico.

Nonostante la riduzione delle emissioni, nel 2020 la maggior parte della popolazione urbana dell'UE è stata esposta a livelli di inquinanti atmosferici fondamentali dannosi per la salute. In particolare, il 96% della popolazione urbana è stata esposta a concentrazioni di particolato fine (PM2,5) superiori alla linea guida dell'OMS del 2021 di 5 µg/m3.

Fonte EEA

La riduzione delle attività a causa del lock down ha portato ad un miglioramento della qualità dell’aria, dimostrandone un legame diretto. Ricordiamoci, ogni nostra azione ha un impatto sull’ambiente e di conseguenza su noi stessi.

Condividi

Commenta per primo

Rispondi

Iscriviti al blog

Lascia la tua mail per iscriverti al blog e ti avviserò per ogni nuovo post

SENSEARTH è di Omar Livoni
fatto da kappesante nel 2021
menu-circlecross-circle linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram